Archivi del giorno: 7 settembre 2010

E una mano sul culo no?

"TITS OR GTFO"

Gli idioti di solito li riconosci perché fanno una cosa che è, appunto, idiota: fanno notare l’ovvio. E nel farlo si eccitano.
Accade così qualche giorno fa che durante la premiazione di un premio letterario salga sul palco una giovane scrittrice, con un vestito che mette in mostra quelle che, con un tecnicismo, definiremo “tette”. Un fatto parecchio evidente.
Ma l’evento lo presenta un idiota, di una certa età, che non perde un istante solo, fa subito notare al pubblico che è salita una bella ragazza e chiede alla regia di inquadrarne “il bel decoltè”. Tolta l’espressione un po’ démodé da Rai anni sessanta, in pratica possiamo tradurlo più o meno con “faccela vede’, faccela tocca'”.

Ora.
La Avallone aveva un abbigliamento scollato? Sì, è un suo diritto vestirsi come le pare e piace.
È lecito fare complimenti a una donna per il suo aspetto fisico, senza questo implichi automaticamente che la si sta considerando solo una gnocca senza cervello? Altrettanto sì.
Però, porca miseria, c’è modo e modo. E se come la vedi la tua reazione è “va’ che roba! Inquadra quei meloni! Santiddio” e poi ti metti pure a tocchignarla, beh, per me non sei altro che uno squallido cafone, convinto che una situazione di “spettacolo” ti consenta di fare il cazzo che vuoi.
E onestamente poco mi importa se la diretta interessata non abbia avuto reazioni, vuoi per l’emozione del momento vuoi perché l’ha ritenuto normale. Sono fatti suoi e non ho la minima idea di come dovrebbe comportarsi o non comportarsi una persona davanti a un comportamento maleducato. Ma, per quello che mi riguarda, lo squallore di quella scenetta, e della difesa di Vespa, è parecchio evidente.
E il fatto che è da due giorni che c’è in giro gente che dice che no, che c’è di strano, lei aveva le tette di fuori o, peggio, è stato un complimento galante mi lascia parecchio basito. F4.

3 commenti

Archiviato in Uncategorized