Islampunk: le parti censurate


Per insondabili ragioni, l’edizione italiana di The Taqwacores non è stata tradotta dall’originale americano (che ho recensito a giugno, 7, 30 euro su bookdepository), ma dall’edizione inglese, che presenta una serie di tagli che vanno dal singolo aggettivo a interi dialoghi che sono appena appena essenziali per il senso complessivo del romanzo. L’editore inglese tagliò perché si era in pieno casino per le vignette danesi su Maometto, ma questo non lo giustifica per nulla, perché The Taqwacores è una critica dall’interno all’Islam e ai difetti umani del suo fondatore e non ha nulla a che vedere con quella vicenda. L’editore italiano, Newton&Compton, invece non ha alcuna scusante, anche se ha almeno avuto il buon gusto di indicare in quali punti è stato tagliato qualcosa (stendo un velo pietoso sullo strillo di copertina “tra Arancia Meccanica e Trainspotting”: il secondo ci può stare, ma Arancia Meccanica non c’entra un benemerito cazzo).
Comunque.
In rete si trovano (oltre a un’intervista sul tema all’autore) facilmente le parti censurate dall’edizione inglese.
Però immagino che se uno se l’è comprato in italiano magari non può/vuole leggerlo in inglese. Quindi, visto che già avevo tradotto per i fatti miei un passo del libro, mi sono messo a tradurre le parti mancanti (lasciando i casi in cui è saltato solo un fuckin’ di solito associato al Corano o alla Sunna).
Ho messo dei link a Wikipedia che permettono di capire un po’ meglio di che cosa si sta parlando.
Ovviamente, quanto segue contiene sesso, violenza, offese a profeti e uomini religiosi, accenni ad atti sessuali su minorenni. Nessuno vi obbliga ad andare avanti. Se lo fate, poi non venite a dire “come puoi ospitare sul tuo blog delle cose simili?” (nel caso vi stiate domandando “ma perché invece con le vignette danesi su Maometto te l’eri presa tanto?”, la risposta sta nel fatto che MMK è un musulmano che attacca la sua religione cercando di innescare dei movimenti di cambiamento al suo interno e ne ha quindi tutto il diritto. La questione delle vignette danesi era diversa. Oltre al fatto che facevano cagare, che è la cosa più grave di tutte).

Pag. 13, dopo “fanzine autopubblicata”
“Ayesha’s Hymen”
(L’imene di Ayesha)

Pag. 55, i tre asterischi prima di “sono una persona spirituale”
“E Maometto? Credi in Maometto?”
“Ecco il punto” ha detto con uno scatto. “Che storia è, questa di Maometto? Se hanno deciso che non era il Cristo musulmano, perché è così fondamentale credere in lui?”
“Sai, non si tratta tanto di credere in Maometto ma—”
“E a parte tutto, perché dovrei credere in un tizio che si è sposato una di sei anni?”
“Sì, ma—”
“L’ha sposata che aveva sei anni” ha detto.
“Ma non ha consumato fino a che lei—”
“Ha compiuto nove anni, lo so. Quindi va bene. È tutto ok, Apostolo di Dio: ha nove anni, ha avuto il ciclo, ficcaglielo dentro! Come dovrei prendere questa cosa, Yusef?”
“Non lo so, Lynn”

Pag. 67, dopo “È scritto negli hadith”
“Fanculo tutto quello che c’è negli hadith“, urlò Fasiq. “Puoi trovare degli hadith in cui c’è scritto che Maometto usava le pigne come dildo”.
“Non c’erano pini in Arabia” disse Ayyub.

Pag. 95, dopo “Rabeya si agitò appena sulla sedia”
“Sai cosa è interessante?” si intromise. “Maometto ha parlato più esplicitamente delle uri e di tutto il resto solo quando viveva con Khadija. Dopo che lei è morta e il Prediletto ha iniziato ad accumulare mogli e concubine si è dato una calmata.”
“Sul serio?” chiesi.
“Aveva cinquant’anni e faceva sesso tipo undici volte a notte. E le mogli spesso rinunciavano al loro turno così che lui potesse andare di nuovo con la sua preferita, quella di nove anni. Voglio sperare che tutto questo culo fosse abbastanza per lui.”
“Wow” dissi. Umar uscì dalla cucina.
“Non aveva più bisogno di pensare alle uri” aggiunse Rabeya, “dopo essere diventato una rockstar”.

Pag. 103, dopo “Al -hamdulilahi Rabbil’alameen”
“Ayesha però era una stronza” sussurrò Amazing Ayyub alla mia destra. “Fece tirare delle cazzo di frecce sulla bara di Hasan, come la mettiamo?” Lo ignorai e guardai verso il basso, dove avrei posato la fronte prostrandomi a terra.”

Pag. 131, dopo “e bloccò la palla”
“E il Corano, dai, non era neanche un libro quando Maometto era vivo. L’hanno dovuto mettere insieme da pietre e foglie e ossa di animali ed è stato redatto durante il califfato di Uthman… ci sono sure accorciate, parti perdute o scambiate di posto per colpa dei difetti della memoria umana, versioni contrastanti che sono state distrutte, migliaia di varianti di lettura. C’è un sacco di casino umano nel testo divino. In fin dei conti è un piccolo librino per piccoli ometti, mentre Allah è GRANDE. Vuoi essere musulmano? Io sono così musulmano che posso cagare sui testi di Bukhari e pulirmi il culo con il Muwatta. Posso dire che Maometto ha spompinato un cazzone enorme e questo non significa niente, perché lui è morto e Allah è vivo.”
“Come puoi–”
“Perché la ilaha illa Allah, ecco perché. Sono così musulmano che fanculo l’Islam” Non era cinico o arrabbiato – al contrario, fanculo l’Islam uscì dalle sue labbra danzando, con lo stesso romanticismo dei suoi sproloqui da ubriaco. “Sono così musulmano che la Sunna non ha senso. Nessuna madrassa di esseri umani imperfetti può reclamare il possesso della mia devozione. Allah non ha affidato agli scolari queste stronzate. Lasciamo che si facciano le seghe con le loro fatwa su quanto debbano essere lunghe le barbe, che si fottano tutti.”
“Quindi cosa saresti” chiesi “una specie di agnostico?”
“No. Sono musulmano. Ma se deve essere, è l’agnosticismo il vero Islam: perché aspetti risposte da Allah in persona, non dall’Imam Siraj Testadicazzo.”

Pag. 160, elenco di canzoni
“Our Holy Prophet Fingered His Six-Year-Old Bride In Her Dirty Asshole.” (“Il nostro santo profeta faceva i ditalini al culo sporco della sua moglie di sei anni”), “Allah’s Name Was Found In A Honeycomb.” (“Il nome di Allah trovato in un favo di miele) “I Twirled The Kaaba On The Tip Of My Dick.” (“Ho fatto girare la pietra della Ka’ba sulla punta del mio cazzo”)

Pag. 161, dopo “ma sono musulmani”
Puoi dire Muhammadu rasullullah e convivere con il fatto che fosse un pedofilo, no? Era umano e poteva essere malvagio e perverso come chiunque altro. Non c’è niente di speciale. La puzza della sua merda faceva schifo come la tua. Anzi. Il fatto che fosse un laido è assolutamente punk rock. Fa a pezzi ogni possibilità che sia un Cristo o una vacca sacra. Non devi perdonare il suo arrapamento per le tettine piccole piccole. E lascia perdere il massacro dei Qurayza. Non fare la figura di un pazzoide integralista reticente cercando di difendere quella stronzata. Accetta che Maometto aveva i suoi lati oscuri e basta. Aveva demoni, tentazioni, scendeva a compromessi. Guarda come diede forma all’Islam mentre saliva al potere.

Pag. 164, dopo “vaffanculo”
Se io credo che sia sbagliato che un uomo picchi la moglie e il Corano non è d’accordo con me, allora fanculo quel versetto.

Pag. 199, dopo “scorreggio”
zirk (peccato supremo e imperdonabile, che consiste nell’associare altre figure a Dio)

Pag. 199, dopo “Akbar”
Phbbbbbbbbt! Phbbbbbbbbbbbt!
(suppongo suono di scoregge)

Pag. 227, dopo “siamo noi il Nur” [la Luce]
e Ghazali può andare a fare pompini.

Pag. 231, tra “Amo Allah” e “amo anche Maometto”
e Maometto
è un uccello morto sul marciapiede
ma lo dico
in modo splendido
credendo che si sia un solo dio
quindi sapendo questo

Pag. 290, dopo “è contrario a ogni cosa”
Il cantante dei Vote Hezbollah pisciò su un Corano.

Pag. 303, dopo “il nettare sigillato”
[Non ne ho idea; non si trova sull’elenco che ho consultato. Appena riesco a mettere la mani sulla mia copia americana ci guardo]

2 commenti

Archiviato in Libri, società

2 risposte a “Islampunk: le parti censurate

  1. L’idea che siano i mussulmani ad avere la priorità sulla critica alla propria religione è una sciocchezza, oltre che un odiosissimo doppio standard (i più divertenti critici del Vaticano sono anticlericali). Mi dispiace.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...