Un post di cui mi pentirò, lo sento

Inizio a sospettare che ci sia in corso un’offensiva della potentissima lobby degli avvocati, su internet.
Non riesco a spiegarmi altrimenti perché da giorni la parte della blogosfera italica che si interessa di fantasy sia impegnata in una sfibrante discussione a base di minacce di denunce e querele, partita da un casus belli abbastanza ridicolo e che ha preso toni mostruosamenti grotteschi (in sintesi, da questa pagina – la cui colpa maggiore è quella di non far ridere manco per un cazzo, a parte il punto su Chanyidi – alla notte dei cristalli il passo sarebbe brevissimo; altri frammenti della questione si trovano nel forum dei supposti “mandanti morali” (sic) e sul blog di Lara Manni, dove in mezzo alla rissa c’è qualche sprazzo di discussione costruttiva.
Leggete quello che riuscite, non è un bello spettacolo ed è uno spettacolo che poteva essere evitato attenendosi alla semplice norma “don’t feed the troll”.
(voglio dire: a suo tempo “Il domenicale”, foglio semi-clandestino pubblicato da Dell’Utri, se ne uscì con un “mea culpa” a nome Wu Ming. In proporzione, loro che cosa avrebbero dovuto minacciare di fare? Dichiarare guerra?)

Poi oggi ho visto che una ragazza con cui avevo abitato a Bologna il primo anno di università, che ricordavo enorme fan di Vasco, ha pubblicato un articolo sull’ultimo concerto a San Siro del tizio di Zocca, articolo in cui esprime tutto il rammarico e l’imbarazzo per l’attuale stato di salute artistico del Komandante.
Apriti cielo.
Truppe cammellate all’assalto. E tra i vari insulti, spunta qua e là l’augurio che Vasco legga l’articolo e la denunci per diffamazione.

Non so se sia una conseguenza del fatto che sono anni che siamo tutti qua a parlare di processi, avvocati, giudici.
Ma quest’idea che per vivere insieme siano necessarie le guardie, il messo che ti notifica l’atto giudiziario, le udienze, gli avvocati e tutto quanto mi lascia sinceramente disarmato.

9 commenti

Archiviato in internet, società

9 risposte a “Un post di cui mi pentirò, lo sento

  1. Ma poi per cosa? Nemmeno per beghe di condominio… che si prendano un po’ meno sul serio. L’altra sera tornavo dal concerto dei Judas Priest a Milano, e a San Siro c’era il concerto di VAsco, ovvero, un traffico di 70000 persone concentrato in una piccola zona di Milano (e la fiera è lì vicina). Per me ha significato un’ora e mezzo per fare i dieci minuti che di solito ti separano dalla tangenziale ovest. Due coglioni, ma pazienza, se non che all’arrivo a casa il cielo cominciava a schiarire. Questi tizi qui avrebbero querelato Vasco? :)

  2. minacciare denuncia è come minacciare botte, o la fai, denuncia o ti metti due dita in culo e taci…
    Don’t feed the troll con GL? Maddechè! Quello basta dirgli “bella giornata, oggi, vero?” e ti parte in quarta! Secondo me il troll è lui…

  3. dicksick

    Effettivamente è inquietante. Questo Paese credo sia il primo in quanto a querele e altro, soprattutto generate da e per motivi futili.

  4. uriele

    Questo pero’ e’ un capolavoro d’incidente: non solo rallenti, ma fai inversione per arrivare all’autogrill piu’ vicino e comprare i popcorn.

    Casus bello idiota, discussione idiota, denunce random idiote (spero presunte, se davvero uno va dalla polizia per queste cose, i celereni gli ridano dietro da qui all’eternita’), e soprattutto solidarieta’ lanciate a destra e a manca idiote per una cosa che poteva finire tranquillamente con un vaffanculo o una battuta.

    Poi, vabbe’, i troll ci sono andati e ci stanno andando a a nozze: era l’onda perfetta, quella che un webserfista aspetta tutta la vita.

  5. Hellvis

    E pensare che, la stessa sera, i Judas Priest a Rho hanno fatto faville.

  6. (preferisco non entrare nel merito della discussione sul primo caso, sperando che nessuno mi denunci per avere ospitato i commenti di TBM e Uriele ^_^)

    negrodeath: beh, ma un espostino al codacons non vuoi farlo?

    diè: visto, ti ho risposto di là :)

    Hellvis: tra l’altro potevano fare un collegamento tra i due palchi e suonare insieme Livin’ after midnight.

  7. Pingback: I feroci fan di Vasco Rossi. | diegozilla | Il Blog dello scrittore atomico

  8. Pingback: I feroci fan di Vasco Rossi. | diegozilla

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...