La ricreazione è finita


Che l’esperienza politica di Berlusconi e, in generale, il “berlusconismo” siano finiti con il suo terzo (tecnicamente quarto) governo è ancora tutto da dimostrare: ha ancora tre televisioni, uomini di fiducia in Rai, eletti in Parlamento e al Senato e dubito che abbia intenzione di starsene zitto e buono (per approfondire, Leonardo).

Certo è che dopo soli cinque giorni di sua scomparsa (temporanea, ovviamente) dalla ribalta politica sembra già di essere piombati in un’altra era; una sensazione rafforzata oggi dalla lista dei ministri del governo presieduto da Monti.
Allontanato a forza dalle stanze del potere un circo variegato di varia umanità, che in appena tre anni e mezzo è stato capace di prodursi in performance politiche e comunicative di portata tale da farti pensare che fossero improvvisamente andati al potere degli anarchici situazionisti, stamattina il dott. lup. mann. cav. di gran croc. Monti ha sciorinato una lista di personalità per lo più lontane dal mondo della politica ma i cui percorsi professionali significano una sola cosa: la ricreazione è finita.
Monti e Napolitano devono essersi guardati in faccia e si devono essere chiesti: “che parlamento abbiamo? Chi ha vinto le elezioni?”. La risposta è semplice: le elezioni sono state vinte da un blocco politico formato da Pd e Pdl, che copre una gamma di posizioni politiche grossomodo di centro-centrodestra, con poco apprezzabili componenti di forme di sinistra. La Lega fa storia a parte e credo che fosse intenzione un po’ di tutti tenerla lontana il più possibile (cosa che le regalerà tanti di quei voti alla prossima volta che ora neanche ce li immaginiamo). Quindi, da questo sono partiti per costruire un governo che sembra un governo dc redivivo: cattolici-cattolici, militari, baroni universitari, un ambasciatore.
Un governo di gente “per bene”, un bel governo di destra come dovrebbe essere una destra europea, come se Berlusconi non ci fosse mai stato, quasi come se il fascismo non ci fosse mai stato (non ricordo più chi disse una volta che il danno maggiore il fascismo l’ha fatto alla destra italiana, che non è mai più riuscita a scollarsi dall’abbraccio del Ventennio). Un governo che personalmente mi ricorda che io non sono rappresentato nel parlamento e nel senato perché la gente che ho votato non ha superato lo sbarramento.
Un governo che è da un lato una boccata d’aria dopo la marmaglia che l’ha preceduto ma che dall’altro non potrà che fare (immagino; ovviamente bisognerà aspettare i fatti ma l’impressione è questa) una politica ferocissima e ricattare i contestatori con “allora preferivate abberlusconi”.

Sarà interessante il cozzo tra questi signori e signore austeri e una rappresentanza parlamentare fatta di sciamannati, per la maggior parte assolutamente privi di competenze politiche nel senso più lato (oh, poi un giorno qualche elettore dell’IdV pensa di chiedere conto a Di Pietro di come sceglie la gente? Perché per uno Scilipoti che si fa notare chissà quanti ce ne sono che galleggiano silenziosi). Le uniche immagini che mi vengono in mente sono quelle di certi professori universitari parecchio impostati che si trovano ad avere a che fare con aule di matricole rumorose e distratte. O la nomina di Cobram.

giarda

A lui è ovvio che Scilipoti tirerà il cancellino appena possibile

Però, essendo un governo di Rettiliani è ovvio che potrebbero succedere delle cose molto più divertenti; tipo che Giarda afferra al volo il cancellino con la lingua. Voltato di spalle.
Battuta a parte, questa cosa del proliferare di teorie complottiste pluto-giudaico-massonico-rettiliane su Monti e il nuovo primo ministro greco mi dà parecchio fastidio, perché mentre postulano complotti mondiali globbali universali questi paranoici finiscono per fare assimilare a sé anche chi, più terra-terra, fa semplicemente notare che stiamo parlando di gente di provenienza bancaria che viene messa alla guida di stati che hanno qualche problemino con le banche. E senza scomodare gli Occulti Superiori forse basta questo per rendersi conto che la politica sta perdendo il suo potere decisionale a fronte del potere economico.

6 commenti

Archiviato in politica, società

6 risposte a “La ricreazione è finita

  1. Sei uno sciovinista con un grande senso civico.

  2. Ma quelli della foto chi sono?

  3. Nic

    il problema è che bisogna semplicemente smettere di usare (e diffondere) parole come “complotto”, “massoni”, “giudaico”, ecc.

    Smettiamola. Non c’è nessun complotto.

    Il complotto è un accordo SEGRETO, “fatto alle spalle” da più persone (poche) per sovvertire lo stato delle cose. SEGRETO.
    Non c’è nessun complotto.

    E ci son fior fior di gionralisti esperti in economia e politica estera che stanno tentando di spiegarlo da anni. Cazzi di tutti se ci tappiamo le orecchie tacciando tutto di “complotto” ridacchiando e dandoci di gomito.
    http://paolobarnard.info/interventi_indice.php

    • ma infatti mi pare che è più o meno quello che (al netto dell’ironia) ho scritto pure io.
      A me fa paura e mistero come l’economia sembri essere una roba che vive di vita propria e non un’attività umana; probabilmente è questa sua indecifrabilità (si parla di “mercati” come fossero creature autonome e senzienti) che contribuisce ad alimentare la diffusione di teorie del complotto, proprio perché (come i miti antichi) si cerca di dare razionalità a fenomeni che sembrano non averne.

  4. Grandissimo finale! Davvero. E’ un percorso di lunga data – ricordo il miglior leader del movimento no global che abbia mai conosciuto – davvero, e ne ho conosciuti – nel 2001 con in mano Nexus, una rivista (certamente finanziata dalla CIA) sui complotti della cia con gli extraterrestri per costruire le piramidi egizie, che alla mia reazione scandalizzata mi diceva “ma guarda cosa scrivono su fondo monetario e banca mondiale, tu che ne sai dei cerchi di grano?”…

    Peccato solo che di risolvere i problemi non s’interessi nessuno. Si potrebbe, ma se stiamo a proclamare il diritto all’insolvenza, hai voglia: ci arriveremo sì, all’insolvenza, con tutto quello che comporta davvero. Sarà merito nostro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...