Su questa cosa di Evangelion e Netflix

L’adattamento di Neon Genesis Evangelion rivendicato (come si fa con i crimini) da Gualtiero Cannarsi per Netflix è oggetto da giorni di articoli molto più dettagliati, precisi e documentati di quello che potrei scrivere io, arrivando ampiamente dopo la puzza.
C’è però una cosa che si sta diffondendo come luogo comune e che è sbagliatissima.

Il problema dell’Evangelion di Netflix non è il “linguaggio aulico”. Questo è quello che farebbe comodo fare credere a Cannarsi e che lo collocherebbe sullo stesso livello di un adattamento molto libero rispetto all’originale ma efficacissimo, con il quale i Cavalieri dello Zodiaco sono arrivati per la prima volta sulle reti televisive italiane:

Dialoghi come questo erano per me, decenne saputello, complicatissimi ma affascinanti. Avremmo scoperto poi che non c’entravano nulla con l’originale, ma la combinazione delle due cose era potentissima e ancora oggi mi sembra impossibile pensare che Pegasus e soci si possano esprimere in modo diverso, tanto era coerente tutto l’insieme.

Nell’Evangelion di Cannarsi, invece, ci troviamo davanti a frasi come quella dell’immagine qui sopra, mischiate a improvvisi cambi di registro, costruzioni goffe e altre brutture (per un aggiornamento continuo rimando al link) che discendono certamente dalle discutibili idee dell’adattatore su che cosa significhi tradurre ma che, senza scomodare decenni di translation studies bellamente calpestati come se si fosse in “stato di furia”, sono in primo luogo frutto di un pessimo orecchio per la lingua italiana. Alla fine, il problema è quello: per una serie di fortunate circostanze ben riassunte in questo articolo, una persona priva di qualsivoglia gusto si è trovata ad avere l’ultima parola su prodotti audiovisivi, manipolandoli fino a imprimere sull’opera originale una sua impronta riconoscibilissima.
Un’impronta bruttissima.

L'immagine può contenere: 1 persona, testo
“A modino” fa parte del modus operandi del nostro, quando usa registri a caso incurante della caratterizzazione del personaggio (da qui)

Quindi, per favore, non scherzate su come Cannarsi renderebbe aulica questa o quella frase famosa, perché state rafforzando la sua immagine fusariana di raffinato intellettuale. Se avesse tradotto lui Rocky IV, Ivan Drago direbbe “Io ho il dovere di spezzare te”, gli fosse toccato Pulp Fiction Marcelus Wallace direbbe “I’sono a diventare medievale sulla tua culaccia” e altri peddisequi goffi calchi del genere, tipo “la non sarà pioggia tutto il tempo” (come trasformare l’esistenzialismo nella preoccupazione di un toscano per un fine settimana al mare)
La lingua dei momenti più imbarazzanti di Evangelion e di tuto quello che ha curato per lo Studio Ghibli è, molto semplicemente, la sua personale variante del famigerato traduzionese, spauracchio di chiunque debba rivedere una traduzione. Niente di più, niente di meno.

In tutto questo, comunque, l’italiano di Cannarsi, che sui forum si firma Shito, è un po’ l’ultimo dei suoi problemi.

L'immagine può contenere: 1 persona, testo e primo piano
Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Film

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...