Archivi tag: Solomon Kane

Scrivere lo Spadaccino

paperbackwriter

Intanto che mi preparo all’ultima revisione di Gatto e Libertà, faccio mente locale su alcune cose che riguardano lo Spadaccino e, per comodità, le metto per iscritto.

La prima storia dello Spadaccino è nata più o meno per gioco.
Era un periodo che stavo leggendo parecchie cose di Robert E. Howard in inglese, nelle belle edizioni Del Rey, e avevo voglia di provare di nuovo a scrivere qualcosa del genere, molti anni dopo aver smesso di produrre brevi fan fiction di Solomon Kane (che non linko perché oggi mi sembrano piuttosto deboli e non riesco a leggerle senza vederne i difetti e solo quelli). Ma siccome scrivere fan fiction è un vicolo cieco e l’idea era di avere qualcosa di buono abbastanza da potere essere venduto come ebook, ho deciso di tenere quell’estetica ma spostare un po’ di paletti per creare un personaggio che fosse più mio.
Cosa voleva dire tenere la linea delle storie di Solomon Kane?
Se avete visto il film con James Purfoy, ecco: quello non è Solomon Kane (del film parlai qui) e quelle non sono le atmosfere di Solomon Kane o della sword and sorcery in generale.
Sono molto grato a Davide Mana (scrittore, autore di giochi e blogger) per avere spiegato molto bene questa cosa in suo post: Continua a leggere

Annunci

1 Commento

Archiviato in il cotone nell'ombelico, Libri, paperback writer

L’isola del Teschio – backstage

L’isola del Teschio è da quasi un mese sul Kindle store.
Nell’immediatezza dell’uscita mi ha dato alcune soddisfazioni, tra cui un posizionamento inverosimile nella classifica dei “prodotti del momento” davanti alla Bender che quello stesso era tra i tre ebook dell’offerta lampo.Schermata 2014-09-01 alle 20.01.37Per non dire di alcuni piazzamenti inconsulti nella classifica horror generale, tipo quando mi sono trovato davanti a Edgar Allan Poe e alle spalle di una trilogia paranormal romance. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in il cotone nell'ombelico, Libri, paperback writer

Autodifesa – Aprile 2012

Anche la rubrica dei libri letti nel mese precedente arriva sempre più tardi. Tipo: con un mese di ritardo. Ma purtroppo questo è un mondo crudele in cui il lavoro ti costringe a sottrarre tempo prezioso alle cose importanti.
In più in mezzo c’è stato quel vampiro di energie fisiche e psichiche che è il Salone del libro di Torino (dove per qualche giorno vado a fare dei lavori veri: battere scontrini, contare soldi, mettere libri dentro scatole e scatole su pallet).

La prima volta che ho sentito parlare di Solomon Kane è stato su uno di quei librini che si trovavano allegati agli Speciali degli albi Bonelli, per la precisione il quinto della serie dell’Enciclopedia della Paura di Dylan Dog, dedicato alla letteratura horror (allegato a quel capolavoro che era La casa degli uomini perduti di Sclavi e Casertano).

Cliccando si legge meglio

Là, nella voce dedicata a Robert E. Howard si citava questo spadaccino del XVI secolo che muovendosi tra Europa e Africa affrontava mostri e demoni mosso da un’incrollabile fede in Dio. Non c’era nemmeno un’immagine e veramente la descrizione era poco più lunga di queste parole, ma lo stesso ricordo che pensai “wow, devono essere i racconti più belli del mondo”. Un paio di anni dopo, quando finalmente sono riuscito a mettere le mani su uno dei volumetti 100 pagine 1000 lire della benemerita Newton Compton, ho scoperto che Solomon Kane era davvero un personaggio straordinario come me l’ero immaginato e, anzi, forse di più. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Libri del mese

Swordsman Kane

Per me Solomon Kane ha questa faccia qua.

Questo post parla di Solomon Kane, il film di cappa e spada uscito quest’estate. C’è un riassunto della trama pieno di spoiler (in realtà il film è così prevedibile che si spoilera da solo) e qualche riflessione su come è stato cambiato il personaggio dai racconti degli anni Venti al film. Un argomento di cui non importa nulla a (quasi) nessuno. Ma siccome a. Solomon Kane è uno dei miei personaggi preferiti di tipo tutti i tempi; b. a suo tempo ho scritto della fanfiction su di lui, mi interessava vedere che lavoro era stato fatto sul personaggio e parlarne un po’.

La barbetta da cattivo

Continua a leggere

7 commenti

Archiviato in Film, Libri, paperback writer

Decisioni solomoniche

"That forehead marked the dreamer, the idealist, the introvert, just as the eyes and the thin, straight nose betrayed the fanatic"

Grande è la confusione sotto le luci al neon delle grandi librerie.
L’uscita del film dedicato a Solomon Kane, lo spadaccino puritano creato da R.E. Howard, nonché mio fanatico religioso preferito di tutti i tempi, ha spinto due case editrici a pubblicare, più o meno in contemporanea, volumi dedicati al buon Solomon.
Coniglio Editore offre, per 16 euro, il ciclo completo, curato da De Turris e Fusco, con in più gli apocrifi di Gianluigi Zuddas, che completano le tracce lasciate da Howard.
Newton & Compton, più brutalmente, ha preso le pellicole del volume dedicato al ciclo di Solomon Kane a suo tempo uscito nel cofanetto dedicato ad Howard (curato da Fusco e Pilo), ci ha messo una nuova copertina con la locandina del film, ha scritto “romanzo” in copertina e via, per 4,90 euro.

In pratica, dovrebbe essere la stessa roba, che tanto è fuori diritti da quattro anni e ognuno fa un po’ come gli pare.
L’edizione “da battaglia” della Newton è perfetta per assaporare l’incredibile intreccio di avventura, romanzo storico e sword and sorcery messo insieme da Howard, che lancia il suo cupissimo eroe dall’Europa all’Africa, a dispensare giustizia e far ricadere sui malvagi l’ira del Signore a colpi di spada e rivoltella.
Fate un po’ come vi pare. L’importante è che leggiate queste storie, che sono tra le cose migliori mai scritte da Howard.
E che comunque, come tutto o quasi quello scritto da Howard, si trovano tranquillamente in inglese su Wikisource.

4 commenti

Archiviato in Libri